Curiosità-su-Halloween

La storia della Zucca di Halloween

PERCHÉ LA ZUCCA É IL SIMBOLO DI HALLOWEEN?

La zucca è da sempre il simbolo della festa di Halloween, in Italia e sopratutto in America, luogo da dove sono state importate le tradizioni che ora circolano nel nostro paese. Nei paesi di lingua inglese la zucca viene utilizzata per creare la famosa lanterna rudimentale utilizzata per scacciare gli spiriti maligni che vagano sperduti sulla terra. Secondo la leggenda, nella notte del 31 Ottobre, quando uno spirito maligno di avvicina ad una casa, la zucca esposta fuori cattura lo spirito al proprio interno non lasciandolo più scappare.
Ma perché è stata scelta proprio la zucca?

 

LA LEGGENDA DI JACK O’LANTERN

Nei paesi anglosassoni la zucca di Halloween ha un nome specifico, Jack O’Lantern, dal nome del protagonista della leggenda popolare irlandese da cui risale la tradizione di Halloween.
Secondo la leggenda, Jack è un fabbro irlandese con il vizio dell’alcol, ma particolarmente astuto. La sera del 31 Ottobre Jack si reca alla sua locanda preferita per bere, ma lunga la strada si imbatte nel diavolo in persona pronto ad impossessarsi della sua anima. Jack prende tempo e chiede al demonio di poter almeno bere il suo ultimo bicchiere e, non avendo soldi con cui pagarlo, l’uomo convince il diavolo a trasformarsi in una moneta con cui avrebbe potuto comprare il suo liquore.
Tuttavia Jack ripone la moneta in tasca di fianco ad una croce d’argento la quale impedisce al demonio di riprendere la sua forma originaria e propone allo spirito maligno un patto: sarebbe stato liberato solo posticipando di 10 anni il giorno della sua morte. Il diavolo accetta e dopo 10 anni si presenta nuovamente dal fabbro per prendere la sua anima.
Questa volta Jack gli propone una scommessa: secondo l’uomo il diavolo non sarebbe in grado di scendere da un albero dopo aver salito fino alla sua cima. Lo spirito accetta e sale su di un albero; Jack allora scolpisce una croce sulla corteccia dell’albero impedendo così al diavolo la discesa. Questa volta il fabbro libera lo spirito in cambio della promessa da parte di quest’ultimo di lasciarlo in pace.
Quando Jack muore di morte naturale, non viene ammesso in Paradiso perché era stato un peccatore, ma gli viene negato anche l’accesso agli inferi perché il diavolo non lo voleva con sé. Jack è condannato a girovagare nel limbo oscuro per l’eternità e il diavolo decide di dargli solo un fuoco che gli illuminasse la strada nel buio. Per mantenere la fiamma accesa il più a lungo possibile, Jack ripone il fuoco in una rapa svuotata, che diventa così una lanterna. Da allora, nelle notti di Halloween è possibile scorgere la fiammella di Jack, alla ricerca della sua strada.

 

DALLA RAPA ALLA ZUCCA

La leggenda di Jack O’Lantern parla di una lanterna creata con una rapa e non una zucca; anche nella tradizione inglese si utilizzavano le rape intagliate per scacciare gli spiriti. Come si è arrivati alla zucca?
Nel 1845 l’Irlanda fu colpita da una grande carestia che portò alla migrazione di massa di tanti irlandesi che si trasferirono in America. La comunità irlandese stanziata negli Stati Uniti e in Canada continuò a rispettare le proprie tradizioni popolari ma, non avendo a disposizione le rape nella nuova terra, le sostituirono con le zucche, più facili da reperire e di dimensioni più grandi. Da qui nacque la tradizione delle zucche di Halloween negli Stati Uniti che divenne il simbolo definitivo di Halloween a metà Novecento per poi diffondersi nel resto del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *